DAILY NEWS

02/09/2017

Un emozione pazzesca.
Non tanto per loro che sono due giganti e vederli lì vicino, a due passi proprio da te, belli come il sole, della loro bellezza senza fine, ti fa pensare davvero che gli 80 siamo i nuovi 30. (cit.)
No, l'emozione più grande è stata l'emozione stessa.
In Sala Grande qui al Lido, prima della proiezione del loro film Our Souls at Night, sono stati consegnati i Leoni d'oro alle loro carriere e la gente è impazzita.
Densa come miele d'inverno l'emozione ha inondato tutte le persone in sala perché loro, belli e diritti ed ironici ed amici lì sul palco, erano molto di più che Jane Fonda e Robert Redford. Erano due mostri sacri, due pezzi di passato e di futuro, due icone magnifiche e due certezze.
E così distinti signori in piedi, si spellavano le mani applaudendoli ed eleganti signore in lungo, urlavano estasiate.
Una valanga di emozioni.
Le stesse ma di natura molto diversa che hanno accompagnato, un paio d'ore prima, il film di Ai Wei Wei, the Human Flow, lo straordinario documentario doloroso ed intenso che racconta con occhio asciutto e senza giudizio le migrazioni del mondo e gli orrori che le accompagnano, in un viaggio attraverso 23 paesi.
Altro clima agli applausi, lui ieratico in maglietta blu riceveva gli applausi scroscianti in silenzio e senza sorriso ma in un momento di emozione straordinaria, perché questo suo film segnerà un punto di non ritorno nella consapevolezza di chi lo andrà a vedere, mai nessuno fino ad oggi aveva raccontato così bene e con immagini così forti il dramma dei rifugiati di ogni parte del mondo.
E così vedere un film ad un Festival è come essere a teatro, perché il valore aggiunto, la bellezza nella bellezza sono gli attori e i registi in sala che vedono il film insieme a te e l'emozione incredibile che questo genera.
La loro emozione diventa la tua emozione, mentre sai che quello che sta succedendo è davvero unico ed irripetibile.
Ed è come se tutto il loro lavoro, le loro fatiche, diventassero improvvisamente tangibili e per questo intense e vere.
Il qui ed ora nella sua massima espressione.



Un emozione pazzesca.
Non tanto per loro che sono due giganti e vederli lì vicino, a due passi proprio da te, belli come il sole, della loro bellezza senza fine, ti fa pensare davvero che gli 80 siamo i nuovi 30. (cit.)
No, l'emozione più grande è stata l'emozione stessa.
In Sala Grande qui al Lido, prima della proiezione del loro film Our Souls at Night, sono stati consegnati i Leoni d'oro alle loro carriere e la gente è impazzita.
Densa come miele d'inverno l'emozione ha inondato tutte le persone in sala perché loro, belli e diritti ed ironici ed amici lì sul palco, erano molto di più che Jane Fonda e Robert Redford. Erano due mostri sacri, due pezzi di passato e di futuro, due icone magnifiche e due certezze.
E così distinti signori in piedi, si spellavano le mani applaudendoli ed eleganti signore in lungo, urlavano estasiate.
Una valanga di emozioni.
Le stesse ma di natura molto diversa che hanno accompagnato, un paio d'ore prima, il film di Ai Wei Wei, the Human Flow, lo straordinario documentario doloroso ed intenso che racconta con occhio asciutto e senza giudizio le migrazioni del mondo e gli orrori che le accompagnano, in un viaggio attraverso 23 paesi.
Altro clima agli applausi, lui ieratico in maglietta blu riceveva gli applausi scroscianti in silenzio e senza sorriso ma in un momento di emozione straordinaria, perché questo suo film segnerà un punto di non ritorno nella consapevolezza di chi lo andrà a vedere, mai nessuno fino ad oggi aveva raccontato così bene e con immagini così forti il dramma dei rifugiati di ogni parte del mondo.
E così vedere un film ad un Festival è come essere a teatro, perché il valore aggiunto, la bellezza nella bellezza sono gli attori e i registi in sala che vedono il film insieme a te e l'emozione incredibile che questo genera.
La loro emozione diventa la tua emozione, mentre sai che quello che sta succedendo è davvero unico ed irripetibile.
Ed è come se tutto il loro lavoro, le loro fatiche, diventassero improvvisamente tangibili e per questo intense e vere.
Il qui ed ora nella sua massima espressione.



FILOSOFIAvideoGALLERYDAILYNEWScontattiRaptusizzati DIVINESHOPAtelieREventi

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY P.IVA 01175420254 CREDITS