DAILY NEWS

20/07/2017

Amorgos Day9 delle sottovesti indispensabili

Pazza di loro, da sempre e per sempre.
Mi piacciono d'inverno sotto a maglie e maglioni, intima membrana protettiva e mi piacciono d'estate, perché abito più sexy dell'universo.
Si, perché la sottoveste è il manifesto estremo della sensualità, la conferma costante della femminilità ed è sopratutto l'oggetto al mondo che sta meglio a chi ha fianchi rotondi, cosce morbide e corpi pieni di curve ovvero il 99% delle donne italiane.
La sottoveste è tagliata in sbieco e questo è il miracolo che permette al tessuto di non bloccarsi nei punti per cui sale, immediato, l'avvilimento da ommioddio devo mettermi a dieta, ma scivola, femminea e benefica e ti accompagna sinuosa verso la cena di pesciolini e ouzo, lasciando tutti i sensi di colpa nel luogo buio e lontano dove è giusto che rimangano.
La sottoveste non occupa spazio in valigia, è leggera come piuma e ti ricorda a scelta telefoni bianchi di raso liquido ed eleganze fluide ma anche anni '60 di nylon bizzarri e attitudini hippie.
Va portata con maestria però, perché il confine, come spesso succede è sottile e lo scivolone è li' che ti aspetta, dietro l'angolo.
Le regole perché questo non avvenga, in verità, sono poche e semplicissime.
Compagna ideale di infradito ultraflat, di collane sottili e di cappottini lunghissimi se la ami non la lascerai mai più, perché non c'è abito che tenga, lei in viaggio è la Regina Suprema.
E così nella mia valigia ne ho infilate 3, la R&R Liquid nera lunga fino fino ai piedi, che la metti e ti senti subito perfetta, la Vintage anni '40 rosa rapito, trovata ad Ibiza per eleganze speciali e l'Amatissima di raso latte, fluido regalo adorato di mia mamma e compagna di viaggio ideale.
3, solo 3 sempre 3, ma divine e sufficienti, perché lavarle è momento veloce, asciugarle al meltemi attimo perfetto ed infilarle per uscire a cena gesto divino.
(E potrei scrivere un intero capitolo di libro solo su di loro, perché ne sono innamorata pazza, ne conosco ogni aspetto ed ogni segreto ma mi fermo qui e vi invito a metterle in valigia, non ve ne pentirete...)
-continua-



Amorgos Day9 delle sottovesti indispensabili

Pazza di loro, da sempre e per sempre.
Mi piacciono d'inverno sotto a maglie e maglioni, intima membrana protettiva e mi piacciono d'estate, perché abito più sexy dell'universo.
Si, perché la sottoveste è il manifesto estremo della sensualità, la conferma costante della femminilità ed è sopratutto l'oggetto al mondo che sta meglio a chi ha fianchi rotondi, cosce morbide e corpi pieni di curve ovvero il 99% delle donne italiane.
La sottoveste è tagliata in sbieco e questo è il miracolo che permette al tessuto di non bloccarsi nei punti per cui sale, immediato, l'avvilimento da ommioddio devo mettermi a dieta, ma scivola, femminea e benefica e ti accompagna sinuosa verso la cena di pesciolini e ouzo, lasciando tutti i sensi di colpa nel luogo buio e lontano dove è giusto che rimangano.
La sottoveste non occupa spazio in valigia, è leggera come piuma e ti ricorda a scelta telefoni bianchi di raso liquido ed eleganze fluide ma anche anni '60 di nylon bizzarri e attitudini hippie.
Va portata con maestria però, perché il confine, come spesso succede è sottile e lo scivolone è li' che ti aspetta, dietro l'angolo.
Le regole perché questo non avvenga, in verità, sono poche e semplicissime.
Compagna ideale di infradito ultraflat, di collane sottili e di cappottini lunghissimi se la ami non la lascerai mai più, perché non c'è abito che tenga, lei in viaggio è la Regina Suprema.
E così nella mia valigia ne ho infilate 3, la R&R Liquid nera lunga fino fino ai piedi, che la metti e ti senti subito perfetta, la Vintage anni '40 rosa rapito, trovata ad Ibiza per eleganze speciali e l'Amatissima di raso latte, fluido regalo adorato di mia mamma e compagna di viaggio ideale.
3, solo 3 sempre 3, ma divine e sufficienti, perché lavarle è momento veloce, asciugarle al meltemi attimo perfetto ed infilarle per uscire a cena gesto divino.
(E potrei scrivere un intero capitolo di libro solo su di loro, perché ne sono innamorata pazza, ne conosco ogni aspetto ed ogni segreto ma mi fermo qui e vi invito a metterle in valigia, non ve ne pentirete...)
-continua-



FILOSOFIAvideoGALLERYDAILYNEWScontattiRaptusizzati DIVINESHOPAtelieREventi

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY P.IVA 01175420254 CREDITS