DAILY NEWS

18/02/2017

Alla fine il vero sforzo, l'obiettivo supremo, la Mecca personale è cercare la propria personale armonia.
Quell'equilibrio perfetto dove possono convivere in pace dichiarata, i difetti inevitabili e le bellezze evidenti.
Dove il difetto apparente, trasformato e supportato può diventare punto di forza, segno distintivo e orgoglio personale.
Perché succeda però ha bisogno di armonia tutt'attorno.
Ha bisogno di un humus di bellezza consapevole, di un equilibrio tra pieni e vuoti che lo possa far risaltare, quel difetto amato odiato, che diventa pregio solo se immerso in una personale ed unica comfort zone.
Che va cercata e costruita con dedizione.
Però quando questo avviene, tutto si trasforma, acquista verità perché racconta davvero di noi.
Racconta chi siamo davvero, con le nostre luci ed ombre e gli abiti e ciò che indossiamo diventano linguaggio nuovo e manifesto personale quotidiano.
E tutto diventa più facile.
Il nostro corpo diventa un Tempio e imparare a vestirlo donandogli armonia, un esercizio quotidiano necessario, un mantra personale.
La bellezza diventa frutto di armonie consapevoli dove gli equilibri trovano il loro senso nell'esaltazione dei nostri difetti che mostrati con orgoglio regalano il privilegio dell'unicita personale.
(In questo caso specifico tutto questo vale per il nuovo Working Pant dove i suoi disequilibri voluti e consapevoli gli regalano carattere forte e assoluta unicità)



Alla fine il vero sforzo, l'obiettivo supremo, la Mecca personale è cercare la propria personale armonia.
Quell'equilibrio perfetto dove possono convivere in pace dichiarata, i difetti inevitabili e le bellezze evidenti.
Dove il difetto apparente, trasformato e supportato può diventare punto di forza, segno distintivo e orgoglio personale.
Perché succeda però ha bisogno di armonia tutt'attorno.
Ha bisogno di un humus di bellezza consapevole, di un equilibrio tra pieni e vuoti che lo possa far risaltare, quel difetto amato odiato, che diventa pregio solo se immerso in una personale ed unica comfort zone.
Che va cercata e costruita con dedizione.
Però quando questo avviene, tutto si trasforma, acquista verità perché racconta davvero di noi.
Racconta chi siamo davvero, con le nostre luci ed ombre e gli abiti e ciò che indossiamo diventano linguaggio nuovo e manifesto personale quotidiano.
E tutto diventa più facile.
Il nostro corpo diventa un Tempio e imparare a vestirlo donandogli armonia, un esercizio quotidiano necessario, un mantra personale.
La bellezza diventa frutto di armonie consapevoli dove gli equilibri trovano il loro senso nell'esaltazione dei nostri difetti che mostrati con orgoglio regalano il privilegio dell'unicita personale.
(In questo caso specifico tutto questo vale per il nuovo Working Pant dove i suoi disequilibri voluti e consapevoli gli regalano carattere forte e assoluta unicità)



FILOSOFIAvideoGALLERYDAILYNEWScontattiRaptusizzati DIVINESHOPAtelieREventi

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2019INFORMATIVA PRIVACY P.IVA 01175420254 CREDITS