DAILY NEWS

18/01/2018

Day 3 Calcutta 00,24

Su di me hanno un fascino straordinario che nulla ha a che vedere col lusso.
Ma con le vite passate lì dentro, con la stratificazione della storia, con i racconti di un passato glorioso.
Il mio amore appassionato per i grandi alberghi sparsi nel mondo non si placa, anzi diventa sempre di più passione da coltivare.
Questo è l'Oberoi Grand di Calcutta, albergo storico che fin dai primi anni del 900 fu luogo di meraviglie.
Un edificio grande, bianco, coloniale con un giardino interno pieno di palme e di pace in contrasto assoluto con la frenesia di Calcutta.
Un oasi certo privilegiata, però di bellezza estrema dove tornare dopo giornate infinite di traffico, ricerche nei mercati e nei negozi e un sole tiepido che ti avvicina al paradiso in terra.
Certo Calcutta è una città anomala, rimasta per certi versi immersa negli anni 50, con pochissimi turisti e un passato coloniale fatiscente ed impolverato ma assolutamente interessante da esplorare.
Se mai passerete da qui, non perdetevi un massaggio in una delle suite dell'ala storica, dove nelle stanze grandi si respira ancora il tempo che fu.
E mentre il rumore dei miei passi riecheggia lungo i corridoi infiniti, socchiudo gli occhi e lascio volare i pensieri che mi portano di colpo in sale da ballo di inizio secolo dense di musica e tintinnio di cristalli e mi rende felice sapere che esistano ancora alberghi così, sparsi per il mondo, dove il passato è ancora straordinariamente presente, così vicino da poterne sentire l'odore.
-continua-



Day 3 Calcutta 00,24

Su di me hanno un fascino straordinario che nulla ha a che vedere col lusso.
Ma con le vite passate lì dentro, con la stratificazione della storia, con i racconti di un passato glorioso.
Il mio amore appassionato per i grandi alberghi sparsi nel mondo non si placa, anzi diventa sempre di più passione da coltivare.
Questo è l'Oberoi Grand di Calcutta, albergo storico che fin dai primi anni del 900 fu luogo di meraviglie.
Un edificio grande, bianco, coloniale con un giardino interno pieno di palme e di pace in contrasto assoluto con la frenesia di Calcutta.
Un oasi certo privilegiata, però di bellezza estrema dove tornare dopo giornate infinite di traffico, ricerche nei mercati e nei negozi e un sole tiepido che ti avvicina al paradiso in terra.
Certo Calcutta è una città anomala, rimasta per certi versi immersa negli anni 50, con pochissimi turisti e un passato coloniale fatiscente ed impolverato ma assolutamente interessante da esplorare.
Se mai passerete da qui, non perdetevi un massaggio in una delle suite dell'ala storica, dove nelle stanze grandi si respira ancora il tempo che fu.
E mentre il rumore dei miei passi riecheggia lungo i corridoi infiniti, socchiudo gli occhi e lascio volare i pensieri che mi portano di colpo in sale da ballo di inizio secolo dense di musica e tintinnio di cristalli e mi rende felice sapere che esistano ancora alberghi così, sparsi per il mondo, dove il passato è ancora straordinariamente presente, così vicino da poterne sentire l'odore.
-continua-



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS