DAILY NEWS

12/11/2017

Ero preparata e molto, ma non fino a questo punto.
Dopo i folli festeggiamenti per il mio compleanno avevo giurato che avrei fatto qualche giorno di detox estremo.
E così ho fatto, coraggiosa come non mai.
Stasera la prima cena, dopo una nuotata nell'acqua della piscina all'aperto.
All'arrivo della vellutata di zucchine completamente senza sale, ma con spezie e fiori ho avuto un leggero sbandamento ma ho sorriso al cameriere come se mi stesse servendo un risottino al tartufo.
Quando come secondo mi è arrivata una microscopica tartare di verdure sempre senza sale e piena di fiori di campo mi è scesa una piccola lacrima.
Ma la cosa davvero a cui non sono abituata è cenare alle 7 di sera.
Io di mio sarei da sud estremo, cene luculliane non prima delle 10.
Ed invece qui alle 1930 era tutto finito, acqua naturale e fiorellini compresi.
Quando poi alla fine, il cameriere è arrivato sorridente e ci ha chiesto desiderate... ? io per un nano secondo ho sperato nel miracolo, un piattino di formaggi col miele, un piccolo dolcino... ho sperato con la stessa intensità come quando spero che Rhett rimanga con Rossella, non se ne vada via anche se so che no, lui se ne va proprio e lei col sopracciglio alzato pronuncia la frase delle frasi, domani è un altro giorno.
E così quando definitivamente il sorridente e leggermente sadico cameriere ci ha proposto una tisana? Gli ho detto si, asciugandomi furtivamente la seconda lacrima.
Ed ora eccomi qui, felice di essere scesa a cena aggiungendo spezie al desalato brodino nei miei divini Pant, luccicanti, avvolgenti e consolatori stasera come non mai.
-continua-



Ero preparata e molto, ma non fino a questo punto.
Dopo i folli festeggiamenti per il mio compleanno avevo giurato che avrei fatto qualche giorno di detox estremo.
E così ho fatto, coraggiosa come non mai.
Stasera la prima cena, dopo una nuotata nell'acqua della piscina all'aperto.
All'arrivo della vellutata di zucchine completamente senza sale, ma con spezie e fiori ho avuto un leggero sbandamento ma ho sorriso al cameriere come se mi stesse servendo un risottino al tartufo.
Quando come secondo mi è arrivata una microscopica tartare di verdure sempre senza sale e piena di fiori di campo mi è scesa una piccola lacrima.
Ma la cosa davvero a cui non sono abituata è cenare alle 7 di sera.
Io di mio sarei da sud estremo, cene luculliane non prima delle 10.
Ed invece qui alle 1930 era tutto finito, acqua naturale e fiorellini compresi.
Quando poi alla fine, il cameriere è arrivato sorridente e ci ha chiesto desiderate... ? io per un nano secondo ho sperato nel miracolo, un piattino di formaggi col miele, un piccolo dolcino... ho sperato con la stessa intensità come quando spero che Rhett rimanga con Rossella, non se ne vada via anche se so che no, lui se ne va proprio e lei col sopracciglio alzato pronuncia la frase delle frasi, domani è un altro giorno.
E così quando definitivamente il sorridente e leggermente sadico cameriere ci ha proposto una tisana? Gli ho detto si, asciugandomi furtivamente la seconda lacrima.
Ed ora eccomi qui, felice di essere scesa a cena aggiungendo spezie al desalato brodino nei miei divini Pant, luccicanti, avvolgenti e consolatori stasera come non mai.
-continua-



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontactsRaptusizzati DIVINE SHOPAtelieREventssearch

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS