DAILY NEWS

11/05/2017

Venezia Day2

Tirava un vento potente in laguna e le nubi grigie regalavano una luce diffusa d'argento, morbida e perfetta.
La barca andava velocissima verso Murano e le foglie di palma con fatica rimanevano tra i capelli.
Poi quel posto dal nome inaspettato e con quegli spaghetti alle vongole veraci così buoni.
E le polpette all'Acqua Stanca erano così piccole e croccanti.
Poi la vetreria.
100 gradi all'interno che dopo tutto quel vento sono diventati regalo e il vetro che soffiato smetteva di essere mistero incandescente e diventava magia.
Poi attraverso la laguna al ritorno verso Sant'Elena tra spruzzi ghiacciati e vento sulla faccia.
Ai Giardini tra i padiglioni bianchi e i bicchieri di vino e tutta quella gente, quel camion messo in verticale con la coda di persone in attesa di entrare.
Il vestito si muoveva leggero mosso da tutto quel vento e la sottoveste scivolava fluida sull'erba, tra la gente.
Poi verso il Canal Grande e l'ultima polpetta della sera, con lo spritz in mano e le palme in testa.
E Venezia morbida e magnifica tutto attorno.
-continua-



Venezia Day2

Tirava un vento potente in laguna e le nubi grigie regalavano una luce diffusa d'argento, morbida e perfetta.
La barca andava velocissima verso Murano e le foglie di palma con fatica rimanevano tra i capelli.
Poi quel posto dal nome inaspettato e con quegli spaghetti alle vongole veraci così buoni.
E le polpette all'Acqua Stanca erano così piccole e croccanti.
Poi la vetreria.
100 gradi all'interno che dopo tutto quel vento sono diventati regalo e il vetro che soffiato smetteva di essere mistero incandescente e diventava magia.
Poi attraverso la laguna al ritorno verso Sant'Elena tra spruzzi ghiacciati e vento sulla faccia.
Ai Giardini tra i padiglioni bianchi e i bicchieri di vino e tutta quella gente, quel camion messo in verticale con la coda di persone in attesa di entrare.
Il vestito si muoveva leggero mosso da tutto quel vento e la sottoveste scivolava fluida sull'erba, tra la gente.
Poi verso il Canal Grande e l'ultima polpetta della sera, con lo spritz in mano e le palme in testa.
E Venezia morbida e magnifica tutto attorno.
-continua-



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontactsRaptusizzati DIVINE SHOPAtelieREventssearch

© DIVINE ROSE SRL 2007-2017Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2017Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS