DAILY NEWS

21/04/2017

A Londra faceva freddo e diluviava.
Dentro quel negozio minuscolo le due donne vestite di meraviglia mangiavano riso guardando una fiction a volume mostruoso.
Per terra immense pile di tessuti.
Nell'aria odore di spezie e di pioggia.
Per me le porte del paradiso.
E così pila dopo pila ho scelto loro.
Uno ad uno con voluttà e pazienza.
Immersa nella polvere e in una fiction improbabile.
Questi mitici tessuti africani, venduti a Londra, ma prodotti in Olanda con la tecnica di stampa a cera.
Il loro nome Wax Fabrics.
Belli da impazzire.
E infatti sono impazzita.
E così in quel gelido pomeriggio di fine febbraio dopo aver accatastato una pila di tessuti impressionante, sotto gli sguardi sempre più attoniti delle due signore che a quel punto avevano mollato da tempo riso e fiction per aiutarmi, sono uscita sotto il diluvio a cercare due enormi valigie che ho poi stipato fino all'inverosimile e mi sono trascinata fino al mio albergo che per magia e fortuna era vicinissimo.
Dopo, molto dopo io e due valigie gigantesche piene di tesori abbiamo dormito in assoluta promiscuità nella stanza più piccola del mondo, chiamata non per niente "the Box Room"
E se non ricordo male mi sono anche svegliata abbracciata ad una di loro.

Però poi sono nati loro.
Una piccola Edizione Limitata di Coat e Pant che stanno divinamente insieme ma che sono belli anche separati.
Il loro nome è AfroCaftaCoat & AfroWorkingPant e sono certa che li amerete anche voi dell'amore appassionato che io provo per entrambi, per quanto sono belli e per la fatica felice che ho attraversato per trovarli.
Tenetevi pronte tra pochissimo saranno online!



A Londra faceva freddo e diluviava.
Dentro quel negozio minuscolo le due donne vestite di meraviglia mangiavano riso guardando una fiction a volume mostruoso.
Per terra immense pile di tessuti.
Nell'aria odore di spezie e di pioggia.
Per me le porte del paradiso.
E così pila dopo pila ho scelto loro.
Uno ad uno con voluttà e pazienza.
Immersa nella polvere e in una fiction improbabile.
Questi mitici tessuti africani, venduti a Londra, ma prodotti in Olanda con la tecnica di stampa a cera.
Il loro nome Wax Fabrics.
Belli da impazzire.
E infatti sono impazzita.
E così in quel gelido pomeriggio di fine febbraio dopo aver accatastato una pila di tessuti impressionante, sotto gli sguardi sempre più attoniti delle due signore che a quel punto avevano mollato da tempo riso e fiction per aiutarmi, sono uscita sotto il diluvio a cercare due enormi valigie che ho poi stipato fino all'inverosimile e mi sono trascinata fino al mio albergo che per magia e fortuna era vicinissimo.
Dopo, molto dopo io e due valigie gigantesche piene di tesori abbiamo dormito in assoluta promiscuità nella stanza più piccola del mondo, chiamata non per niente "the Box Room"
E se non ricordo male mi sono anche svegliata abbracciata ad una di loro.

Però poi sono nati loro.
Una piccola Edizione Limitata di Coat e Pant che stanno divinamente insieme ma che sono belli anche separati.
Il loro nome è AfroCaftaCoat & AfroWorkingPant e sono certa che li amerete anche voi dell'amore appassionato che io provo per entrambi, per quanto sono belli e per la fatica felice che ho attraversato per trovarli.
Tenetevi pronte tra pochissimo saranno online!



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS