DAILY NEWS

07/01/2017

The End (Moroccan Memories)

Breve elenco delle Medine del mio Micro Tour e delle meraviglie per cui con una manciata di giorni, due aerei e una macchina a noleggio ci si può immergere nel Marocco più vero.

FEZ o amata per la tua Medina infinita tutta bianca intricata e imprevedibile.
Ogni antro nasconde un tesoro, dietro ogni angolo si nascondono meraviglie.
Girate di giorno, anche sole, perdendovi spesso ma domandando per ritrovare la via e al calar della sera rifugiatevi in un Riad per una tajine fumante o in un hammam per un divino massaggio.
Divisa a zone, autentica e fiera è considerata la capitale dell'artigianato marocchino, quindi un piccolo paradiso.
Gli interni straordinari e tutti da scoprire fanno da contraltare agli esterni bianchi fatiscenti e tutti uguali.
Per chi ama ciò che va scoperto con fatica e tempo un vero luogo del cuore.

CHEFCHAOUEN o Medina tutta blu, conquisti il cuore al primo sguardo.
Camminare tra le strette stradine in salita dove ogni porta gradino selciato e muro è dipinto del colore del mare è come nuotare nella Grecia più amata.
Ogni angolo è bello da impazzire e ogni pietra merita di essere guardata.
Sedetevi al sole che scalda le fredde giornate invernali a mangiare una tajine di acciughe pomodori e limoni canditi e chiedete pane arabo ed olive mentre la aspettate (sarà che ho pranzato alle 4 del pomeriggio ma mi è sembrato cibo degli Dei)
L'aria fresca di montagna e tutto quel blu vi faranno innamorare.
Per chi ama i luoghi piccoli e perfetti una luogo imperdibile.

TANGERI o Medina imprevista da vera città di frontiera dove dai buchi delle mura vedi l'Europa mentre sei con i piedi in Africa.
Ogni angolo è diverso in una stratificazione disordinata ed affascinante di vite vissute.
Zone quasi spagnole, una bianca Kasbah antichissima, mercati del pesce ed una sorprendente piccola zona con i muri tutti dipinti come quadri.
Dormirci dentro e svegliarsi con la vista sulla grande città bianca ti fa sognare il suo passato misterioso e cenare scendendo milioni di scale in un fondouk ricoperto di tadelakt, concedendoti un raro bicchiere di vino e'un'esperienza.
Per chi ama i luoghi di frontiera dove il passato si è stratificato regalando mille forme diverse un vero gioiello.

MEKNES o mia scoperta stupefacente.
Meno bella delle altre ma infinitamente più autentica, ti regala l'emozione di visitare un luogo dove il tempo si è fermato, dove fanno della loro gentilezza un vanto, dove puoi conoscere a fondo l'essenza della vita di una città del Marocco girando senza fretta e senza paura per i suoi anfratti e vicoli scoprendo continue meraviglie. Al contrario delle altre nessun Riad particolarmente affascinante e nessun ristorante speciale, ma in compenso una gentilezza e un'ospitalità senza pari.
Ho dormito al gelo avvolta nel cappotto soffrendo non poco però ho conosciuto donne e uomini meravigliosi che non dimenticherò facilmente.
(Mi hai regalato un raffreddore spaventoso ma anche le più grandi emozioni di questi giorni)
Se vi piace scoprire i posti più veri dove è raro incontrare un turista è il luogo perfetto.
-The End-

2 cose ancora
-scriverò ormai è deciso perché avrei voluto raccontarvi dei posti dove comprare tessuti e spezie, della bellezza degli incontri e della magia dei luoghi dove ho mangiato e dormito.
Ma questo non è il luogo adatto è troppo piccolo per racconti grandi e quindi i miei pensieri sparsi troveranno spazio presto tra le pagine bianche di carta.
-lui è il divino Pink Alcova Coat che mi ha fatto compagnia in questo viaggio marocchino, facendomi sentire una perfetta Carpet Queen...
Se siete raptusizzate da domani ricevere una newsletter con le foto e le info per poterlo comprare.

Ora siamo davvero alla fine.
Grazie di cuore per avermi accompagnata con i vostri sguardi avvolgenti ed i vostri pensieri appassionati in questo amato viaggio.



The End (Moroccan Memories)

Breve elenco delle Medine del mio Micro Tour e delle meraviglie per cui con una manciata di giorni, due aerei e una macchina a noleggio ci si può immergere nel Marocco più vero.

FEZ o amata per la tua Medina infinita tutta bianca intricata e imprevedibile.
Ogni antro nasconde un tesoro, dietro ogni angolo si nascondono meraviglie.
Girate di giorno, anche sole, perdendovi spesso ma domandando per ritrovare la via e al calar della sera rifugiatevi in un Riad per una tajine fumante o in un hammam per un divino massaggio.
Divisa a zone, autentica e fiera è considerata la capitale dell'artigianato marocchino, quindi un piccolo paradiso.
Gli interni straordinari e tutti da scoprire fanno da contraltare agli esterni bianchi fatiscenti e tutti uguali.
Per chi ama ciò che va scoperto con fatica e tempo un vero luogo del cuore.

CHEFCHAOUEN o Medina tutta blu, conquisti il cuore al primo sguardo.
Camminare tra le strette stradine in salita dove ogni porta gradino selciato e muro è dipinto del colore del mare è come nuotare nella Grecia più amata.
Ogni angolo è bello da impazzire e ogni pietra merita di essere guardata.
Sedetevi al sole che scalda le fredde giornate invernali a mangiare una tajine di acciughe pomodori e limoni canditi e chiedete pane arabo ed olive mentre la aspettate (sarà che ho pranzato alle 4 del pomeriggio ma mi è sembrato cibo degli Dei)
L'aria fresca di montagna e tutto quel blu vi faranno innamorare.
Per chi ama i luoghi piccoli e perfetti una luogo imperdibile.

TANGERI o Medina imprevista da vera città di frontiera dove dai buchi delle mura vedi l'Europa mentre sei con i piedi in Africa.
Ogni angolo è diverso in una stratificazione disordinata ed affascinante di vite vissute.
Zone quasi spagnole, una bianca Kasbah antichissima, mercati del pesce ed una sorprendente piccola zona con i muri tutti dipinti come quadri.
Dormirci dentro e svegliarsi con la vista sulla grande città bianca ti fa sognare il suo passato misterioso e cenare scendendo milioni di scale in un fondouk ricoperto di tadelakt, concedendoti un raro bicchiere di vino e'un'esperienza.
Per chi ama i luoghi di frontiera dove il passato si è stratificato regalando mille forme diverse un vero gioiello.

MEKNES o mia scoperta stupefacente.
Meno bella delle altre ma infinitamente più autentica, ti regala l'emozione di visitare un luogo dove il tempo si è fermato, dove fanno della loro gentilezza un vanto, dove puoi conoscere a fondo l'essenza della vita di una città del Marocco girando senza fretta e senza paura per i suoi anfratti e vicoli scoprendo continue meraviglie. Al contrario delle altre nessun Riad particolarmente affascinante e nessun ristorante speciale, ma in compenso una gentilezza e un'ospitalità senza pari.
Ho dormito al gelo avvolta nel cappotto soffrendo non poco però ho conosciuto donne e uomini meravigliosi che non dimenticherò facilmente.
(Mi hai regalato un raffreddore spaventoso ma anche le più grandi emozioni di questi giorni)
Se vi piace scoprire i posti più veri dove è raro incontrare un turista è il luogo perfetto.
-The End-

2 cose ancora
-scriverò ormai è deciso perché avrei voluto raccontarvi dei posti dove comprare tessuti e spezie, della bellezza degli incontri e della magia dei luoghi dove ho mangiato e dormito.
Ma questo non è il luogo adatto è troppo piccolo per racconti grandi e quindi i miei pensieri sparsi troveranno spazio presto tra le pagine bianche di carta.
-lui è il divino Pink Alcova Coat che mi ha fatto compagnia in questo viaggio marocchino, facendomi sentire una perfetta Carpet Queen...
Se siete raptusizzate da domani ricevere una newsletter con le foto e le info per poterlo comprare.

Ora siamo davvero alla fine.
Grazie di cuore per avermi accompagnata con i vostri sguardi avvolgenti ed i vostri pensieri appassionati in questo amato viaggio.



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS