DAILY NEWS

20/09/2016

Dubai Airport
Ore 07,47 Day8
{The End}

Aurevoir My Incredible India
Tu mi stravolgi nel vero senso della parola.
Sono sfatta ma felice.
Stanca stanchissima perché 8 giorni qui valgono mesi in Occidente.
Sarà che divento iperattiva, iperprestazionale, iperinnamorata e le giornate non conoscono pause né rallentamenti.
Sarà che qui tutto è così complesso arruffato complicato per cui le energie si sciolgono come neve al sole.
Sarà che ciò che vedi e che senti ti turba l'anima nella bellezza e nella disperazione.
Sarà che respiri polvere e caldo e rumore e clacson infiniti e alla sera sdraiarti sul letto diventa miraggio.
Sarà che la bellezza che cerco e che trovo regolarmente fa scomparire il tempo, lo plasma in un tempo nuovo diverso, corto e densissimo.
Sarà che ogni volta mio malgrado torno diversa e me lo tengo stretto poi questo cambio di rotta.
Sarà che ti amo da sempre, dal primo momento che anni fa ho appoggiato il piede sulla terra tua e nell'aria c'era l'odore dell'India che ho imparato subito ad amare.
Sarà che trovo i tessuti più belli del mondo e faccio incontri che difficilmente dimentico.
Sarà che quando è ora di partire lo stomaco si aggroviglia di nostalgia.
E allora ancor prima di chiudere la cerniera della valigia programmo la prossima volta che tornerò da te, perché il mio amore infinito ha bisogno di essere placato dalla certezza del ritorno.
Aurevoir India mia amata, il tuo rosa irrinunciabile sta partendo con me e riscalderà il mio inverno occidentale.
-The End-

{nella foto io e i due regali che mi sono fatta... Divina seta a rose indoinglesi e ballerine indiane ricamate che si fanno perdonare quel filo di scomodità in nome della loro bellezza splendente}



Dubai Airport
Ore 07,47 Day8
{The End}

Aurevoir My Incredible India
Tu mi stravolgi nel vero senso della parola.
Sono sfatta ma felice.
Stanca stanchissima perché 8 giorni qui valgono mesi in Occidente.
Sarà che divento iperattiva, iperprestazionale, iperinnamorata e le giornate non conoscono pause né rallentamenti.
Sarà che qui tutto è così complesso arruffato complicato per cui le energie si sciolgono come neve al sole.
Sarà che ciò che vedi e che senti ti turba l'anima nella bellezza e nella disperazione.
Sarà che respiri polvere e caldo e rumore e clacson infiniti e alla sera sdraiarti sul letto diventa miraggio.
Sarà che la bellezza che cerco e che trovo regolarmente fa scomparire il tempo, lo plasma in un tempo nuovo diverso, corto e densissimo.
Sarà che ogni volta mio malgrado torno diversa e me lo tengo stretto poi questo cambio di rotta.
Sarà che ti amo da sempre, dal primo momento che anni fa ho appoggiato il piede sulla terra tua e nell'aria c'era l'odore dell'India che ho imparato subito ad amare.
Sarà che trovo i tessuti più belli del mondo e faccio incontri che difficilmente dimentico.
Sarà che quando è ora di partire lo stomaco si aggroviglia di nostalgia.
E allora ancor prima di chiudere la cerniera della valigia programmo la prossima volta che tornerò da te, perché il mio amore infinito ha bisogno di essere placato dalla certezza del ritorno.
Aurevoir India mia amata, il tuo rosa irrinunciabile sta partendo con me e riscalderà il mio inverno occidentale.
-The End-

{nella foto io e i due regali che mi sono fatta... Divina seta a rose indoinglesi e ballerine indiane ricamate che si fanno perdonare quel filo di scomodità in nome della loro bellezza splendente}



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS