DAILY NEWS

25/07/2016

Lo confesso.
E so di essere politically incorrect
Ma
Santorini non mi è piaciuta.
Ci ho provato.
Ci ho messo dedizione e attenzione.
Ma niente.
è l'antitesi dell'isola Grecia che amo
è troppa.
Troppa gente
Troppo traffico
Troppi negozi
Troppi alberghi patinati e lussuosi
Perfino troppo bella
Certo...viste sublimi a picco sul mare
Quella Caldera incredibile.
E certi angoli ancora intatti.
E questa magnifica vecchia casa dove ho vissuto.
Ma troppi pullman di croceristi che girano astratti e confusi e troppe coppiette in cerca del selfie perfetto al tramonto.
Lo sfruttamento evidente della bellezza un po' mi intristisce.
E confesso mi sono avvilita.
Ci sono voluta tornare perché ero stata qui per la prima volta una vita fa, durante un viaggio che ha avuto un grande significato per me e volevo vedere come era diventata.
è quello che ho visto non mi è piaciuto molto.
Delle isole greche amo il silenzio.
Le strade piccole e spesso ripide.
Le spiaggette di sassi semivuote.
Gli alberghini bianchi e spartani.
Il pesce alla griglia sul mare.
L'odore di incenso e di miele nelle chiesine fresche.
Le tovaglie di carta sui tavoli di legno traballanti.
L'ouzo con ghiaccio al tramonto.
E poi l'isola greca va conquistata.
Ci si arriva in traghetto dopo ore di mare, spesso a notte fonda o all'alba.
Ne ho girate tante negli ultimi anni ed i ricordi più belli sono legati spesso alla discesa dal vecchio, arrugginito, enorme traghetto all'alba tra uomini urlanti che scaricano casse di verdura e frutta mentre il sole sorge e l'isola prende vita.
Ho avuto la fortuna di vivere le isole greche entrando nella loro natura più autentica e quindi cerco quello che conosco,che amo e che per fortuna esiste ancora.
Stasera riparto,in traghetto,a notte fonda per un'isola piccola e sconosciuta.
Non vedo l'ora di vederla e di trovare pezzi del mio passato più amato che mi accolgono,leggeri e sinceri, proprio come piace a me.
Mai più isole greche dove si arriva con l'aereo,perché isola non è più.
Almeno nel mio immaginario e nei miei desideri.
Aurevoir Santorini sei assolutamente bellissima e lo sai...forse però troppo bella per me.
(Nella foto una delle poche cose autentiche che mi sono piaciute qui sull'isola... Gli orecchini che mi sono stati regalati in un gesto gentile e pieno di significato ed il loro packaging divino...una foglia secca.)



Lo confesso.
E so di essere politically incorrect
Ma
Santorini non mi è piaciuta.
Ci ho provato.
Ci ho messo dedizione e attenzione.
Ma niente.
è l'antitesi dell'isola Grecia che amo
è troppa.
Troppa gente
Troppo traffico
Troppi negozi
Troppi alberghi patinati e lussuosi
Perfino troppo bella
Certo...viste sublimi a picco sul mare
Quella Caldera incredibile.
E certi angoli ancora intatti.
E questa magnifica vecchia casa dove ho vissuto.
Ma troppi pullman di croceristi che girano astratti e confusi e troppe coppiette in cerca del selfie perfetto al tramonto.
Lo sfruttamento evidente della bellezza un po' mi intristisce.
E confesso mi sono avvilita.
Ci sono voluta tornare perché ero stata qui per la prima volta una vita fa, durante un viaggio che ha avuto un grande significato per me e volevo vedere come era diventata.
è quello che ho visto non mi è piaciuto molto.
Delle isole greche amo il silenzio.
Le strade piccole e spesso ripide.
Le spiaggette di sassi semivuote.
Gli alberghini bianchi e spartani.
Il pesce alla griglia sul mare.
L'odore di incenso e di miele nelle chiesine fresche.
Le tovaglie di carta sui tavoli di legno traballanti.
L'ouzo con ghiaccio al tramonto.
E poi l'isola greca va conquistata.
Ci si arriva in traghetto dopo ore di mare, spesso a notte fonda o all'alba.
Ne ho girate tante negli ultimi anni ed i ricordi più belli sono legati spesso alla discesa dal vecchio, arrugginito, enorme traghetto all'alba tra uomini urlanti che scaricano casse di verdura e frutta mentre il sole sorge e l'isola prende vita.
Ho avuto la fortuna di vivere le isole greche entrando nella loro natura più autentica e quindi cerco quello che conosco,che amo e che per fortuna esiste ancora.
Stasera riparto,in traghetto,a notte fonda per un'isola piccola e sconosciuta.
Non vedo l'ora di vederla e di trovare pezzi del mio passato più amato che mi accolgono,leggeri e sinceri, proprio come piace a me.
Mai più isole greche dove si arriva con l'aereo,perché isola non è più.
Almeno nel mio immaginario e nei miei desideri.
Aurevoir Santorini sei assolutamente bellissima e lo sai...forse però troppo bella per me.
(Nella foto una delle poche cose autentiche che mi sono piaciute qui sull'isola... Gli orecchini che mi sono stati regalati in un gesto gentile e pieno di significato ed il loro packaging divino...una foglia secca.)



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS