DAILY NEWS

06/10/2018

Questa estetica del brutto, questa lenta evoluzione verso il mediocre mi atterrisce.
Mi rende ribelle, guerriera, lottatrice.
Non ci si può arrendere.
Non possiamo farci sopraffare da risposte sguaiate, vestiti appena fatti e già pronti per il macero, mediocrità imperante.
Dove tutto è già vecchio mentre ancora lo si sta usando, dove mangiare male a tavola una normalità, dove la maleducazione un'abitudine.
Non posso far grandi rivoluzioni, ma salire sulle barricate del mio progetto si.
Sempre.
Perché la ricerca perpetua della Bellezza significa anche questo.
Far tornare voglia di qualità, passione, gentilezza.
Far salire il desiderio di oggetti che possano durare per sempre, di buone maniere, di luoghi belli, eccentrici, inusuali, non omologati.
Di vestiti fatti bene, cuciti bene, in modo etico, senza sfruttamenti e che possano diventare manifesto.
Che possano raccontare chi sei, la tua anima, la tua gentilezza e la tua passione.
Se serve la tua rabbia.
Perché questo mondo può essere migliore, e le rivoluzioni partono sempre da un battito d'ali che propagandosi in un terreno fertile diventa tsunami, forza propulsiva.
Pensateci, può essere potente.
E leggetevi se ne avete voglia, l'articolo di @andreabatilla qui su fb sui rapporti tra moda e politica, fuori dal coro.



Questa estetica del brutto, questa lenta evoluzione verso il mediocre mi atterrisce.
Mi rende ribelle, guerriera, lottatrice.
Non ci si può arrendere.
Non possiamo farci sopraffare da risposte sguaiate, vestiti appena fatti e già pronti per il macero, mediocrità imperante.
Dove tutto è già vecchio mentre ancora lo si sta usando, dove mangiare male a tavola una normalità, dove la maleducazione un'abitudine.
Non posso far grandi rivoluzioni, ma salire sulle barricate del mio progetto si.
Sempre.
Perché la ricerca perpetua della Bellezza significa anche questo.
Far tornare voglia di qualità, passione, gentilezza.
Far salire il desiderio di oggetti che possano durare per sempre, di buone maniere, di luoghi belli, eccentrici, inusuali, non omologati.
Di vestiti fatti bene, cuciti bene, in modo etico, senza sfruttamenti e che possano diventare manifesto.
Che possano raccontare chi sei, la tua anima, la tua gentilezza e la tua passione.
Se serve la tua rabbia.
Perché questo mondo può essere migliore, e le rivoluzioni partono sempre da un battito d'ali che propagandosi in un terreno fertile diventa tsunami, forza propulsiva.
Pensateci, può essere potente.
E leggetevi se ne avete voglia, l'articolo di @andreabatilla qui su fb sui rapporti tra moda e politica, fuori dal coro.



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS